+39 0774 032590info@smilepharm.it

Apparecchi per le apnee notturne

Se da un po’ di tempo ti svegli senza energia, sempre stanco e hai l’impressione di non riposare bene la notte probabilmente soffri di apnee notturne. Le apnee notturne sono disturbi respiratori che frammentano il sonno: ciò comporta in prima battuta una limitazione del passaggio dell’aria; in alcuni casi, invece, potrebbe verificarsi anche un impedimento completo nelle vie aeree superiori. Per porre fine a questa problematica, una valida soluzione potrebbero essere gli apparecchi per le apnee notturne come il MAD.

Che cos’è il MAD e a che cosa serve

mad apnee notturne

Il MAD per le apnee notturne (sigla che sta per “dispositivi di avanzamento mandibolare”) non è altro che un sofisticato apparecchio dentale rimovibile, su misura, che va indossato durante la notte. Questo moderno dispositivo, infatti, permette di portare avanti la mandibola: ciò significa che, modificando la posizione della mandibola, il MAD andrà ad aumentare l’ingresso delle vie respiratorie, evitando il loro rilassamento durante il riposo, con un immediato benessere nella qualità del sonno del paziente.

A chi è consigliato l’apparecchio per apnea notturna

L’apparecchio per apnea notturna può essere efficace in:

  • Pazienti con OSAS (sindrome da apnee ostruttive del sonno) lieve oppure moderata;
  • Pazienti che risultano insofferenti alla C-PAP, una terapia ventilatoria che si avvale di un macchinario ingombrante e scomodo;
  • Pazienti che rifiutano una soluzione invasiva come gli interventi chirurgici;

I vantaggi del MAD:

apparecchi ortodontici per apnee notturne

I pazienti che usufruiscono della terapia con il bite per le apnee notturne hanno notevoli vantaggi. Infatti, il MAD è un sistema:

  • Innovativo: in grado di eliminare il disturbo dell’Osas in maniera non invasiva;
  • comodo: non solo è ben tollerato in bocca, ma è anche poco ingombrante: lo puoi trasportare in un semplice box porta apparecchio;
  • efficace: ti accorgerai di un evidente miglioramento, quando ti sveglierai al mattino con la sensazione di aver dormito bene.

Come si cura l’OSAS?

Per curare l’OSAS (sindrome da apnee ostruttive del sonno) è necessario:

  1. Rivolgersi ad uno specialista del sonno: lo pneumologo oppure l’otorino. Questo tipo di specialisti effettueranno dei test, per esempio la polisonnografia, per verificare sia la presenza che la gravità del problema.
  2. Effettua poi una visita odontoiatrica: rivolgiti solo ad un odontoiatra che sappia valutare e trattare i disturbi del sonno e che possa programmare dei follow-up durante il trattamento. Non tutti i dentisti hanno l’esperienza e la preparazione necessaria per poter prescrivere questo dispositivo; quindi, è necessario trovare qualcuno specializzato in disturbi del sonno
  3. l’odontoiatra valuterà alcune caratteristiche che permetteranno di comprendere se sei idoneo al MAD per le apnee notturne, ovvero:
  • la salute parodontale: si valuterà se c’è mobilità oppure se sono presenti carie;
  • lo stato delle articolazioni: dato che il meccanismo del MAD si basa su una trazione delle articolazioni sarà doveroso essere sicuri del loro buono stato;
  • la presenza di elementi dentali: è evidente che rappresenta una condizione necessaria per permettere al dispositivo stesso di funzionare. Per questo motivo, i portatori di dentiera NON possono usufruirne;

Una volta analizzate queste caratteristiche l’odontoiatra deciderà se è il caso o meno di usare gli apparecchi per le apnee notturne o altre soluzioni.

Conclusioni

Se pensi di soffrire della sindrome da apnee ostruttive del sonno (OSAS) rivolgiti subito ad una specialista. Effettua tutti gli esami necessari per valutare questa problematica e chiedi un riscontro sulla possibilità di utilizzare il MAD. I nostri specialisti sono specializzati nei disturbi del sonno e sanno come trattare queste problematiche. Per valutare se sei idoneo al MAD basta contattarci e prenotare una prima visita.


Previous Post

Related Posts

Leave a Reply